halloween… Quello in cui gli horror maniaci vengono allo scoperto, ma anche quello in cui la gente comincia a lamentarsi di queste feste forestiere e comincia a fare disquisizioni che questo non è quell’altro ecc. ecc. anche se le feste sono le stesse, negli stessi giorni, e festeggiano le stesse cose ma bisogna sempre fare i distinguo.

Halloween in America, la festa dei morti in Italia, il capodanno celtico… ognuno lo festeggia a modo suo, ma il tema centrale è sempre quello: la morte. Il macabro. L’aldilà. Quella cosa che la società cerca di tenere nascosta o di cui non sta bene parlare tranne che per fare ascolti e ottenere click.

Quella cosa che è parte di noi ed è l’unica certezza nella nostra vita e che dovremmo accettare come un evento naturale e invece facciamo di tutto per evitarla, esorcizzarla e fingere che non esista. L’immortalità è un concetto trascendente che sfugge alle nostre esistenze molto terrene.

Quindi chiamatelo Halloween, Samhain, Ognissanti, dite che il vostro è più bello di quello degli altri, chiamateli pagani, eretici, blasfemi. Ma alla fine, per dirla alla Branduardi, “Unica è la Morte”.

E dopo questo post pieno di funebre mestizia, se volete divertirvi un po’ e festeggiare con la tradizione Statunitense ho creato un giochino per gli horror fans (con un piccolo premio per chi arriva alla fine), la versione italiana la trovate qui:

Do You Want to Play a Game?

Se volete poi farmi sapere com’è andata ho creato questo mini-evento su Facebook.

Buone feste a tutti ^*,..,*^